EXPOO MOSTRA DI ERIKA MALlARDI LEGA NAVALE OSTIA

Erika Mallardi classe’ 78 nata a Bari, vive ad Aprilia, dove dipinge presso l’ Associazione Arte Mediterranea, nella quale opera attivamente come socia direttiva Conseguito diploma di Ragioneria

Lavoro come responsabile di filiale di una Società di Energia, dedico il mio tempo alla famiglia e alla mia piu’ grande passione, ovvero dipingere.

L ‘Arte in tutte le sue forme mi ha sempre attratto grazie alla mia passione che va maturando di continuo, mi è stato permesso di farmi apprezzare e conoscere nell’ambiente cittadino.

La mia libertà sulle varie tecniche, ha caratterizzato una assoluta espressione personale, caratterizzandomi da tratti, colori che vanno a darmi una riconoscibilità artistica. .

La forma viene, infatti, semplificata tramite l’uso di una vasta gamma cromatica che diventa un tutt’uno con il contorno dei soggetti. Una sorta di eliminazione della prospettiva, appiattimento dello spazio e abolizione, quasi totale, del disegno o delle linee che contornano i soggetti, che viene sostituita da pennellate date per tocchi veloci di colori brillanti.
Dipingo in maniera spontanea, lasciandomi trasportate dalla forte influenza del colore.

Molte delle mie opere sono collezioni private, in famiglie d’italia e anche estere.

GIURIA E MENTORE DI UN CONCORSO CITTADINO  

 PER LA SCELTA E COORDINAMETO DEI RAGAZZI CHE HANNO ESEGUITO MURALES SULLE FACCIATE DI FABBRICHE DELLA ZONA INDUSTRIALE DI APRILIA 

PREMIO CONCORSO ORGANIZZATO DAL COMUNE DI APRILIA

CLASSICA 2 POSTO SU 40 QUADRI

PREMIO CARMEN ORGANIZZATO DA GRUPPO IMAGO

CLASSICA 1 POSTO SU 39 QUADRI

PREMIO 2 POSTO CONCORSO PATROCINATO COMUNE DI APRILIA

Le mie EXPOO

APRILIA (LT)– SALA MANZU’ ANNO 2016-2018-2020

CISTERNA (LT) – PALAZZO CAETANI

ARICCIA (RM)– ART SALON

TIVOLI (RM)– SCUDERIE ESTENSI

NETTUNO (RM)– CASTELFORTE

ISOLA DI PONZA – LOCATION BITTER  PORTO

ROMA (RM)– PALAZZO VELLI TRASTEVERE

SAN CATALDO – (CL ) CINEMA TEATRO MARCONI A CURA DI G. GRASSO

EXPOO ROMA

EXPOO OSTIA

ASTA DI BENEFICIENZA A CURA DEL PROF GIORGIOGREGORIO GRASSO, IN DIRETTA SU SKY ARTE

Critica a cura di Antonia Pèsare Storico dell’Arte

 Erika Mallardi è una giovane pittrice apriliana cresciuta artisticamente, negli ultimi anni, grazie alla sua passione per l’arte che va maturando di continuo. Ciò le ha permesso di farsi apprezzare e conoscere nell’ambiente cittadino.
I suoi quadri esprimono bellezza e voglia di vivere e si distinguono, tra tanti, per la sua personale identità artistica caratterizzata dalla capacità di riuscire a sviluppare la fusione tra colore e forma e segno. La forma viene, infatti, semplificata tramite l’uso di una vasta gamma cromatica che diventa un tutt’uno con il contorno dei soggetti. Una sorta di eliminazione della prospettiva, appiattimento dello spazio e abolizione, quasi totale, del disegno o delle linee che contornano i soggetti, che viene sostituita da pennellate date per tocchi veloci di colori brillanti.
Le sue opere rappresentano la dimensione di un luogo abitato da donne, animali e paesaggi che sembrano far parte di un sogno e coinvolgono lo spettatore creando un’immaginaria compenetrazione che gli permette di interagire attivamente ed intraprendere una sorta di viaggio volto alla scoperta dei messaggi celati dall’artista o del proprio modo di leggere il dipinto nel quale puòrispecchiarsi.
Erika dipinge ciò che vede e ciò che sente di fronte alla realtà.

 Critica  a cura del Maestreo Antonio De Waure –

 E’ noto che la pittura in tutte le sue forme rappresenta senza alcun dubbio i valori espressivi intimi dell’artista nelle varie sfaccettature della propria esistenza, lo spogliarsi psicologicamente, della propria maschera esteriore, presentandosi agli altri con una propria collocazione espressiva ben precisa.
L’Artista Mallardi nella sua interpretazione interiore, rappresenta senza alcun dubbio la realtà contemporanea.
Forte e determinata, resiste a tutte le intemperie della vita, con la sua esuberanza, ella rappresenta cosa è la pittura oggi.
Le sue tele, piene di colori vivaci e potenti, ripercorrono la storia dell’informale, l’eterno dilemma della sua rappresentatività.
Cogliere nella sue pennellate vigorose il suo essere e ciò che trasmette alla nostra visione, è ben chiaro, l’eterna ed incontestabile visione dell’esistenza umana, la freschezza e la limpidezza dei rapporti con gli altri, i valori perduti ma sempre agognati, un senso della vita ormai quasi perduto.
Ella, rappresenta l’Artista del futuro con tutte le sfumature del nostro presente.
Antonio De Waure

Critica a cura di Antonio De Waure Pittore

Questa mostra personale dell’artista Mallardi, rappresenta il lavoro costante verso la proiezione di una identita’ ricercata e forse raggiunta nella sua sperimentazione quotidiana.
Nel’ammirare le sue opere, subito salta all’occhio “ il suo spazio”.
Il suo spazio, dunque, e’ trattato in modo soggettivo e privatizzato a suggerire una posizione equilibrata: il suo spazio e’ quello della “invenzione lirica”. La Mallardi elabora, come in molte sue opere significative, elementi psicologici che riguardano figure femminili.
L’ inconscio dell’artista è un inconscio privo di asprita’ e di contrasti tali da turbare e mettere in discussione la condizione e le ragioni stesse del dipingere. La luce diviene la base stessa espressiva della sua pittura, non in quanto rappresenta, ma come germe attivo ed operante. E’ quella luce in trasparenza che rende diafani e timbrati i colori, che sospende come a mezz’aria gli scuri, che permette le sovrapposizioni dei toni diversi come velature. E’ questa stessa luce che attiva il dinamismo pacato della pennellata larga e sfrangiata, assicura la validita’ degli spazi vuoti come quella dei pieni, garantisce in controluce la spontaneita’ del colpo di pennello, incancellabile ed irripetibile .
Nelle sue opere spicca prepotentemente la sua spontaneita’,freschezza e potenza, segno, senz’alcun dubbio del suo modo di essere e di porsi in questo mondo variegato e problematico.
Quella di Mallardi si pone infallibilmente coma la pittura indicativa del suo tempo, quel nostro tempo che e’ contraddistinto da una squisita strategia culturale. Questa strategia tende a dilatarsi, a fare “cielo estetico” su questo momento storico.

EXPOO

APRILIA (LT)– SALA MANZU

CISTERNA (LT) – PALAZZO CAETANI

ARICCIA (RM)– ART SALON

TIVOLI (RM)– SCUDERIE ESTENSI

NETTUNO (RM)– CASTELFOTE

ROMA (RM)– PALAZZO VELLI TRASTEVERE

SAN CATALDO (CL) TEATRO MARCONI

GIURIA E MENTORE DI UN CONCORSO CITTADINO,MURALES ,

 PER LA SCELTA E COORDINAMETO DEI RAGAZZI CHE HANNO ESEGUITO MURALES SULLE FACCIATE DI FABBRICHE DELLA ZONA INDUSTRIALE DI APRILIA 

PREMIO CONCORSO ORGANIZZATO DAL COMUNE DI APRILIA

CLASSICA 2 POSTO SU 40 QUADRI

PREMIO CARMEN ORGANIZZATO DA GRUPPO IMAGO

CLASSICA 1 POSTO SU 39 QUADRI

redazione.impossiblenews@gmail.com

Valentina Roma Ufficio stampa

Riccardo Giorgi Grafica